Logo Politecnico Logo Bocconi Logo Cattolica

Perché il fashion marketing a Milano è così importante? Ecco tutti gli sbocchi lavorativi

Posted by Milano Fashion Institute on Jul 19, 2018 5:53:45 AM

L’industria della moda fa parte di un contesto ricco e consolidato in Italia. In qualsiasi città dello stivale ci si trovi, si può inciampare in stili eccentrici e colorati, ma anche in mise eleganti e di gran classe. È risaputo, infatti, che nel nostro Paese la creatività sia la padrona di casa e che la moda sia una parte integrante del nostro essere, anche a livello inconscio. Per questo motivo è più che comprensibile la scelta, operata da molti studenti, di investire nel mondo del fashion. Che abbiano scelto, però, il ramo giusto? In questo articolo ti parliamo di alcune delle professioni più richieste nel mondo della moda, specialmente milanese, che hanno come punto focale il marketing.

Perché-fare-fashion-marketing-a-Milano

 

Partiamo dal presupposto che il “Made in Italy” è sinonimo di eleganza, bellezza e soprattutto qualità. Nel settore della moda, l’Italia ha iniziato a farsi notare nel lontano 1951, quando con una sfilata ben congeniata lo stilista Giovan Battista Giorgini ammaliava miriadi di compratori americani, e non solo. Da quel momento in poi il fashion diviene un tassello fondamentale della cultura italiana e inizia a portare sempre più valore al Paese. Con il boom industriale di quegli anni, poi, nascono le prime aziende di moda che successivamente diventeranno le più grandi e importanti della penisola. La maggior parte di esse era collocata tra Milano, Firenze e Roma, ma è Milano che viene decretata città della moda italiana, probabilmente per il suo carattere metropolitano e indipendente.

Da quel 1951 ci separano molti anni, e come tale tantissime cose si sono modificate nel tempo: il contesto culturale è cambiato, la moda è cambiata – innumerevoli volte – e anche il modo di lavorare è cambiato. Oggi lavorare nel mondo della moda, specialmente a Milano, significa spendersi in maniera quasi totale, cimentarsi in sfide sempre nuove, controllare che i competitor non ci battano sul tempo e, specialmente, arrivare sempre per primi. Quali sono, quindi, gli sbocchi lavorativi più in linea con questa nuova tendenza? Di seguito te ne proponiamo 3, quelli che secondo noi di Milano Fashion Institute rispecchiano di più il momento storico nel quale stiamo vivendo.

 

Product Manager

Questa professione esiste da diverso tempo e non fa riferimento solo all’industria del fashion. In questo settore, però, diviene una figura di riferimento fondamentale, in quanto collegamento tra il lavoro creativo dello stilista, l’area vendita con tutte le sue strategie di acquisizione e la gestione della produzione. Il Product Manager, infatti, è una sorta di collante che mantiene insieme gli aspetti più importanti e delicati dell’azienda. A questo proposito la persona che va a ricoprire questo incarico deve avere delle basi di economia, di marketing e anche una conoscenza specifica del mercato e una forte passione per la moda in sé. Perché? Per poter pianificare strategie di vendita di successo, deve sapersi muovere nel settore in maniera molto precisa. Inoltre, puntare su di un prodotto non in linea con la richiesta di mercato può portare o ad una totale disfatta, oppure ad un successo clamoroso in quanto “innovazione”. E quindi importante che il Product Manager abbia fiuto, ottime doti gestionali e organizzative e uno spiccato senso della moda.

Che tipo di formazione serve per ricoprire un ruolo così importante? Di certo è apprezzabile un profilo proveniente da un percorso di studi in ambito economico, tuttavia non è il solo elemento necessario per questa professione. È infatti fondamentale conoscere la complessità del soggetto “moda” e le evoluzioni che ha avuto nell’arco degli anni. In questo modo sarà anche più facile rapportarsi con i vari attori nella filiera e comprenderne azioni, struttura e strategie.

I master di Milano Fashion Institute hanno focus differenti, ma tutti propongono un percorso specifico per aiutare gli studenti a conoscere la moda, così che possano comprenderne sia gli aspetti tecnici che quelli più intimi. Il master che il nostro istituto propone a chi vuole ricoprire il ruolo di Product Manager è senza dubbio Master in Fashion Direction: Brand & Product Management.

Per saperne di più prenota una consulenza. Di certo possiamo fugare i tuoi  dubbi a riguardo.

 

E-Business Manager

Uno sbocco da non sottovalutare è quello dell’E-Business Manager, titolo altisonante e ancora poco conosciuto. Questa figura professionale nasce dalla necessità delle aziende di sfruttare il canale online per avvicinarsi ai potenziali clienti e deliziarli con i propri prodotti. L’E-Business Manager è quindi una sorta di analista che monitora i movimenti dei competitor online e pianifica strategia di posizionamento sui motori di ricerca e ottimizzazione dell’immagine aziendale. Il marketing è quindi un tassello fondamentale della sua istruzione, anche se, anche in questo caso, la conoscenza dell’industria del fashion è un elemento imprescindibile.

I suoi compiti non sono quelli dell’esperto Web Marketer, ma si inseriscono in un contesto più analitico e meno comunicativo. Infatti, la performance del competitor è uno dei suoi chiodi fissi, punto dal quale poi parte tutta una serie di analisi di mercato relative al prodotto lanciato o da lanciare. Oltre a questo, l’E-Business Manager si occupa di individuare il target online dell’azienda, segnando quindi il percorso di comunicazione che il reparto di Web Marketing dovrà seguire, e di attuare strategie di posizionamento per i prodotti venduti.

 

Addetto alla comunicazione web

La differenza tra questa figura e quella analizzata precedentemente è da ritrovarsi nel modo di approcciarsi al mercato. Mentre l’E-Business Manager ha un rapporto più analitico e matematico con il settore moda, l’addetto alla comunicazione web è un professionista della comunicazione. Ciò su cui si fonda tutto il lavoro di questo professionista è l’utente. Le sue strategie di marketing sono studiate proprio per raggiungere il migliore risultato in termini di conversioni e di incremento della visibilità del brand. A questo proposito l’addetto alla comunicazione deve conoscere bene il settore nel quale è inserito, la sua storia, il suo stile di comunicazione, il target potenzialmente interessato e, ovviamente, tutti gli strumenti di marketing online per effettuare piani di comunicazione efficaci e remunerativi.

Le tecniche di marketing per il settore moda si differenziano bene dagli altri ambiti. Il fashion è ormai una realtà online ben consolidata e ciò porta le Fashion Company a virare parte della loro comunicazione su questi canali. Si pensi soltanto all’immenso potenziale di Social Network come Instagram e Pinterest: la loro connotazione più profonda è l’immagine, come di fatto lo è anche per la moda. Questi quindi sono due canali da utilizzare con costanza per raggiungere il pubblico adatto e comunicare con esso attraverso un feed ben strutturato e accattivante, attraverso annunci sponsorizzati targettizzati e attraverso le web star e gli influencer di settore, che come sappiamo, sono davvero importanti per il mercato della moda.

Tutto questo dove si può imparare? Le strategie, gli strumenti e il modo di comunicare sono elementi fondamentali per arrivare a ottenere questo ruolo. Una laurea in Lettere Moderne potrebbe essere un buon inizio, in quanto vengono create delle basi di comunicazione e di forma molto forti e solide. Poi però inizia il percorso di approfondimento che vede il marketing al primo posto. Milano Fashion Institute propone un master proprio per questo: Master in Fashion Direction: Brand & Communication Management. Questo percorso prevede, oltre ai corsi di approfondimento sulla storia e l’evoluzione della moda, corsi specifici come:

  • Digital Fashion
  • Social Media Management
  • Fashion Images & Advertising
  • Brand Communication Strategies

In questo modo lo studente potrà essere formato in maniera completa e sicura, e venire a contatto con le realtà aziendali di Milano grazie agli stage nella moda integrati nel master.

 

Conclusione

Le mansioni più ricercate nella moda milanese sono sempre più strategiche. Le grandi aziende puntano a giovani talentuosi in grado di portare ancora più valore alla società con le loro soft skill e la loro competenza nel settore. Le tre figure che abbiamo descritto sono proiettate verso il raggiungimento di obiettivi concreti. Non si occupano della creazione dell’abito o della collezione, ma cercano di portare il prodotto all’esterno, di mostrarlo al pubblico e di creare aspettativa, interesse e un velo di magia intorno ad esso.

Le tre professioni sono distinte e hanno mansioni differenti, tuttavia lo scopo è sempre lo stesso: incrementare il successo dell’azienda tramite strategie specifiche di inserimento nel mercato. Milano Fashion Institute ha predisposto i suoi master per formare professionisti proprio in questi specifici ambiti. Se vuoi conoscere come funzionano i nostri master professionalizzanti, che argomenti trattato e come possono aiutarti nell'inserimento nel mondo del lavoro dai un’occhiata qui. Se vuoi invece parlare direttamente con il nostro Team, contattaci qui. Saremo lieti di sciogliere ogni tuo dubbio!

Testimonianze studenti MFI