Le figure professionali nella moda sono molte: ecco le più ricercate

Posted by Milano Fashion Institute on Dec 27, 2018 8:44:00 AM

La moda è un settore complesso, fatto di creatività ma anche di pianificazioni strategiche, analisi e statistica. A supporto dello stilista e della sua vena artistica, infatti, vi è tutto un esercito di professionisti in grado di trasformare il suo estro e la sua creatività in prodotti magici e dal forte valore emozionale, avvicinando così al brand un numero sempre maggiore di clienti e appassionati. Ma quali sono, oggi, le figure più richieste nel settore della moda? In questo articolo andiamo ad analizzare tre professioni moderne che si inseriscono nell’ambito della comunicazione e della progettazione creativa, e che sono sempre più ricercate dalle case di moda.

Le-figure-professionali-nella-moda

Product Manager

Quando si parla di analisi strategica nel mondo della moda, si parla necessariamente di Product Manager. Questa è una figura importante in molti settori, ma qui occupa una posizione di spicco: rappresenta uno dei pilastri su cui si fonda il successo della casa di moda. L’autorità del brand fa la sua parte certamente - vedremo poi successivamente chi si occupa di mantenerla ad un livello elevato – ma il Product Manager si occupa di capire come sviluppare le collezioni perché soddisfino i gusti del target di mercato.

Per arrivare al momento del lancio della nuova collezione, il Product Manager deve aver realizzato una strategia preventiva atta a identificare la strada migliore da percorrere per il proprio brand. Il suo compito è quello di analizzare il mercato di riferimento e i competitor, in modo da conoscere i trend stagionali e le novità proposte dalle fashion company concorrenti. Allo stesso tempo deve riuscire a determinare i gusti dei consumatori e dei potenziali acquirenti.

Questa figura professionale lavora a stretto contatto con stilisti, designer e modellisti: il suo ruolo infatti non è puramente strategico ma anche tecnico. Infatti, il Product Manager segue la realizzazione del prodotto in ogni sua fase, dalla ideazione, alla produzione fino alla commercializzazione.

Sviluppare tutte queste competenze fa parte di un percorso impegnativo ma molto gratificante. Per poter accedere ad un posizione come questa, è fondamentale essere in possesso di competenze trasversali specifiche e, soprattutto, di un titolo di studio idoneo e professionalizzante. Un master in brand and product management, come quello proposto da Milano Fashion Institute, è un percorso in grado di formare la persona non solo a livello teorico, ma anche a livello pratico, grazie alle esperienze di internship obbligatorie.

Per saperne di più prenota una consulenza. Di certo possiamo fugare i tuoi  dubbi a riguardo.

Digital Brand Manager

Il “terreno” online è diventato, negli ultimi anni, uno dei più fertili per la coltivazione dell’immagine aziendale e per la vendita di prodotti e servizi. La consapevolezza della potenza di questo strumento di comunicazione aziendale e di acquisizione delle cosiddette opportunities ha prodotto nuove figure professionali, proprio come il Digital Brand Manager. Nel settore fashion, il web è uno dei canali più importanti da sviluppare, ed è proprio per questo motivo che le case di moda si avvalgono di figure come il Digital Brand Manager.

Il suo ruolo è quello di monitorare, nel suo complesso, l’immagine del brand online e di creare strategie di comunicazione capaci di preparare il terreno per la successiva commercializzazione dei prodotti. Le competenze che questa figura deve avere sono vastissime: il Digital Brand Manager deve essere in grado di sviluppare strategie di marketing a tutto tondo comprensive di campagne pay-per-click, attività SEO, sviluppo della comunicazione sui vari canali (sito web o e-commerce, canali social, press ecc) e di analisi finale dei dati raccolti. Per poter portare a termine i suoi obiettivi di comunicazione, il Digital Brand Manager si interfaccia attivamente con altri professionisti quali il Social Media Manager, l’Event Manager e il Fashion Designer: in questo modo è in grado di conoscere alla perfezione l’andamento della strategia sui vari canali, di monitorarne i progressi, ricevendo riscontri e indicazioni aggiuntive. L’obiettivo ultimo di questa figura professionale è fare in modo di mantenere sempre alta la reputazione del brand attraverso una comunicazione efficace e un’attenta strategia di customer satisfaction.

Per diventare Digital Brand Manager ci sono diversi percorsi di studi da poter seguire, ma ciò che davvero è importante è sviluppare delle competenze pratiche, analitiche e direzionali specifiche per l’ambito nel quale si andrà ad operare. Un percorso formativo come il master in brand e communication management previsto da MFI.

Social Media Manager

Se in altri ambiti questa figura professionale viene sottovalutata, nel settore del fashion il Social Media Manager ha una grande importanza. Il suo inserimento in organico è scontato: la sua presenza in azienda è fondamentale per assicurare una comunicazione efficace, creativa e mirata ad incrementare l’autorità del marchio.

Il Social Media Manager si occupa di sviluppare una strategia di comunicazione social, con la supervisione del Digital Brand Manager, individuando i canali social più adatti (Instagram, Facebook, Twitter…), nonché il tipo di presenza da mantenere su tali piattaforme. La sua formazione comprendere un percorso di comunicazione marketing, iniziata preferibilmente in ambito universitario e poi portata avanti con corsi di aggiornamento e master specifici.

Lo sviluppo di una strategia social, infatti, non è per nulla banale, in quanto comprende un’ampia conoscenza delle strategie di marketing digitali. Gli aspetti da seguire durante la gestione della comunicazione sui Social Network sono molti, tra i quali:

  • Creazione di piani editoriali in linea con il tone-of-voice scelto per il tipo di canale e di prodotto commercializzato.
  • Creazione di contenuti grafici e video.
  • Sviluppo di campagne di paid advertising mirate al raggiungimento di un determinato obiettivo.
  • Sviluppo di una comunicazione scritta corretta e orientata all’utente.
  • Creazione di un’interazione con l’utente attraverso l’attività di customer care

Tutto questo si impara con la pratica e l’immersione nella realtà aziendale a 360 gradi. Per questo i master di MFI hanno come filo conduttore lo stage nella moda:  per permettere agli studenti di crescere e di sviluppare tutte quelle competenze che normalmente non potrebbero nascere in un aula universitaria.

Conclusioni

Queste figure professionali sono tra le più ricercate nel settore moda, ma sono anche tra le più appaganti a livello personale. Poter gestire la comunicazione di un brand o lo sviluppo di collezioni di alta moda non capita tutti i giorni. È per questo che Milano Fashion Insitute ha sviluppato i suoi master: per dare i propri studenti la possibilità di entrare concretamente a far parte di realtà aziendali solide e di grande valore. Contatta il team di MFI per avere maggiori informazioni a riguardo di master e short courses.

Testimonianze studenti MFI